nona edizione da sabato 19 a sabato 27 aprile 2014
raduno2014Con il patrocionio e il contributo di Regione Liguria e Comune di Sarzana, il sostegno di Ipercoop, Cardelli & Fontana Galleria d'arte contemporanea, Biofonie, Cooperativa  sociale Olmo, Società di Pubblica assistenza La Misericordia, l'associazione facciamoCIRCO organizza il 9° Raduno nazionale delle scuole di piccolo circo.
Partecipano le scuole e associazioni: Acroyoga Italia (GE), Chapitombolo (AT), Circo Botero (BA), Circo Inzir, Circo laboratorio Nomade (TA), facciamoCIRCO (SP), Flic (TO), Jaqulé (TO), L'albero di Macramè (CN), LudoRespiro (CN), Mantica (GR), Opopoclown (BA), Rataplan (PG), Scuola romana di circo (RM), Spazio Bizzarro (LC), SpazioCirco (BG),  Spazio Circo (MI), TeatrAzione (TO) e la partecipazione straordinaria di un gruppo di allieve palestinesi della Nablus Circus School (Cisgiordania).

PROGRAMMA
Nel 2014, proclamato dall'ONU "anno mondiale di solidarietà con il popolo palestinese", il Raduno aderisce all'iniziativa internazionale con il progetto di scambio interculturale Italia-Palestina "portiamo a Sarzana i ragazzi della Nablus Circus School". Testimonial d'eccezione del progetto: Moni Ovadia e Marco Rovelli. Questa la motivazione: «La terra di Palestina è sempre più sola, chiusa in confini serrati al mondo. Curarsi dell'avvenire dei tanti giovani che popolano quella terra è la sola cosa che possa nutrire la speranza. Dare a loro prospettive, offrire loro possibilità di vita. Far collidere mondi. Ecco perché sosteniamo il progetto dell'associazione facciamoCIRCO di portare in Italia un gruppo di ragazzi palestinesi, allievi della Nablus Circus School, ospitandoli al 9° Raduno nazionale delle Scuole di piccolo circo. Il circo è un piccolo grande mondo dove convivono da sempre differenze e culture. Alina Lombardo, che da tempo lavora alla realizzazione di questo progetto, ci ha raccontato quanto le piacerebbe veder giocare insieme ragazzi italiani e palestinesi: Mortasa che insegna ad Anna i passi della danza dabkah, o Regash che sale per la prima volta sulla ruota di Rhon aiutato da Fabrizio, o Hadi che gioca con clave e palline insieme a Marta e Giovanni. Piacerebbe anche a noi. Non più, almeno per qualche giorno, i militari nelle strade, le ore passate in fila ai checkpoint, la paura; ma altri ragazzi con cui imparare nuovi giochi, e ore passate a scambiare gioia invece di paura. Aiutiamo Mortasa, Regash, Hadi e i loro compagni, a vedere un futuro e a fargli fotomarcosentire che non sono soli
Ospiti straordinari della nona edizione: Philippe Daverio, Circo Inzir, Giulio Lanzafame, Marco Rovelli, Trio Trioche.
PROGRAMMA COMPLETO
GIOVEDì 17 aprile: Arriva il tendone del Piccolo circo! Nel fossato della Fortezza Firmafede si monta un vero tendone da circo, la novità più colorata e "ingombrante" del Raduno 2014. Arriva da Casatenovo insieme alla Scuola di circo degli amici di Spazio Bizzarro.
VENERDì 18 aprile: montaggio del tendone e allestimento.
SABATO 19 aprile: ultimi ritocchi per completare l’allestimento e dalle 19.30: Aperitivo sotto il tendone
DOMENICA 20 aprile, ore 21.00 Trio Trioche in Che aria tira! Concerto semiserio, anzi comico, per pianoforte, flauto traverso e voce. Ma anche cucchiai, flaconi di sciroppo, spray e... Un susseguirsi di esilaranti gag comiche sapientemente miscelate con magistrali interpretazioni delle arie più note della musica classica mondiale. Di e con: Nicanor Cancellieri (flauto traverso), Silvia Laniado (soprano lirico), Franca Pampaloni (pianoforte). Regia Rita Pelusio; consulenza artistica musicale Luca Domenicali.
Tendone del Piccolo circo, fossato Fortezza Firmafede. Spettacolo adatto a tutte le età; ingresso a offreta per raccolta fondi.
LUNEDì 21 aprile, ore 21.00 Circo Inzir in Cabaret Circo Circo Inzir è un progetto di circo sociale nato dalla volontà di un collettivo di artisti di varia formazione e provenienza di portare spettacoli, parate e laboratori nelle aree del mondo in cui povertà, guerre e sfruttamento rendono la vita difficile. Una carovana mossa dalla convinzione che arte circense e teatro di strada siano strumenti ideali per favorire e sviluppare multiculturalità, unione, condivisione, accorciamento delle distanze. La prima carovana si è mossa nel 2012 alla volta dei campi profughi del Saharawi. La seconda è appena rientrata dal bacino del Petén, in Guatemala.
Tendone del Piccolo circo, fossato Fortezza Firmafede. Spettacolo adatto a tutte le età; ingresso a offerta per raccolta fondi.
MARTEDì 22 aprile riposo. Per facciamoCIRCO questa è una giornata speciale: dai territori occupati della Cisgiordania arrivano quattro allieve della Nablus Circus School accompagnate dal direttore della scuola. Saranno nostri ospiti fino al 28 aprile nell’ambito del progetto di scambio interculturale Italia-Palestina Portiamo a Sarzana gli allievi delle scuola di circo di Nablus che ha trovato in Moni Ovadia e Marco Rovelli due testimonial d’eccezione. Sono giovanissime e per loro è la prima uscita fuori dagli angusti confini in cui vivono. Vogliamo conoscerle e accoglierle con calma.
MERCOLEDì 23 aprile, ore 21.00 Philippe Daverio racconta Il circo nell’arte. Sassu, Léger, Chagall, Picasso, Seurat, Botero… È lungo l’elenco di artisti che hanno raffigurato il circo e la sua storia in sculture e dipinti. Una produzione ricca attraverso la quale si può intraprendere un itinerario che ripercorre la storia del circo nell’arte. A guidare il pubblico in questo viaggio, insolito e appassionante, lo storico dell'arte Philippe Daverio, divulgatore tra i più curiosi e seguiti nel panorama contemporaneo.
Cinema Italia, piazza Niccolò V n. 2. Evento adatto a un pubblico adulto o amante d’arte; ingresso a offerta per raccolta fondi.
GIOVEDì 24 aprile, ore 21.00 facciamoCIRCO ti invita a facciamoFESTA! Lidia, Davide, Maria, Mattia, Marta… Sono centinaia gli allievi ed ex allievi di 10 anni di scuola di circo. Alcuni proseguono nella formazione circense; altri seguono percorsi artistici diversi: danza, musica, teatro. Dove sono arrivati? Lo raccontano loro stessi, con esibizioni e improvvisazioni, in questa serata di festa di compleanno di facciamoCIRCO.
Tendone del Piccolo circo, fossato Fortezza Firmafede. Adatto a tutte le età; ingresso libero.
VENERDì 25 aprile, ore 21.00 Tutti in pista_1 Esibizioni delle allieve e degli allievi di scuole e corsi di circo provenienti da tutta Italia. Con la partecipazione straordinaria degli allievi dell'Accademia musicale Bianchi che accompagneranno con musica dal vivo l'esibizione dei giovanissimi artisti di facciamoCIRCO.
Tendone del Piccolo circo, fossato Fortezza Firmafede. Spettacolo adatto a tutte le età; ingresso libero.
SABATO 26 aprile, ore 21.00 Tutti in pista_2 Esibizione delle allieve e degli allievi delle scuole di circo interventute. Con la partecipazione straordinaria di Nablus Circus School e Marco Rovelli, testimonial del progetto di scambio interculturale Italia- Palestina.
a seguire Giulio Lanzafame in Tra le scatole Che cos'hanno in comune una sedia, sette palline che non ne vogliono sapere di stare ferme al loro posto e una corda su cui gli equilibri sono decisamente instabili? Molto se a legarli insieme sono i movimenti acrobatici e fluidi di un giocoliere schizofrenico, un personaggio eccentrico e irrimediabilmente comico.
Piazza d'Armi Fortezza Firmafede (in caso di pioggia: Tendone del Piccolo circo, fossato Fortezza Firmafede). Spettacoli adatti a tutte le età; ingresso libero.

PROGETTO DI SCAMBIO INETRCULTURALE ITALIA-PALESTINA
Premessa. Assikr Assaghir-Nablus Circus School è un’organizzazione non governativa, accreditata presso l'Autorità palestinese, che a Nablus, città della Cisgiordania occupata da Israele dal 1967, conduce da anni un'esperienza di aggregazione e di educazione alla convivenza pacifica. Gli allievi, bambini e ragazzi di età compresa tra 6 e 22 anni provenienti da aree differenti del distretto di Nablus, trovano in Assikr Assaghir-Nablus Circus School un centro di attività formative-ricreative capaci di regalare momenti di normalità e spensieratezza all’interno di una quotidianità estremamente difficile. Assikr Assaghir-Nablus Circus School è, inoltre, l’unica struttura sportiva di Nablus che svolge e incoraggia attività di gruppo misto in cui maschi e femmine lavorano insieme, cosa tutt’altro che scontata tra le popolazioni mediorientali. I ragazzi praticano acrobatica, equilibrismo, giocoleria, musica e dabkah, danza tradizionale palestinese. (Per saperne di più: pagina fb Nablus Circus School).
Obiettivi. Il progetto ha un duplice obiettivo:
- ospitare un gruppo allievi della Assikr Assaghir-Nablus Circus School per dar loro l’opportunità, cosa tanto rara quanto preziosa, di conoscere e confrontarsi con un gran numero di coetanei provevienti da tutta Italia;
- far conoscere ai nostri ragazzi, direttamente dai racconti dei loro coetanei palestinesi, cosa significa crescere in un territorio occupato.
LINEE OPERATIVE I ragazzi della Nablus Circus School si esibiranno in uno spettacolo di teatro-circo sul palco del RADUNO e vivranno, per il periodo del soggiorno, con i loro coetanei italiani: insieme frequenteranno gli stage delle diverse discipline circensi proposte al RADUNO; insieme giocheranno e si scambieranno saperi e conoscenze; insieme pranzeranno e dormiranno, ospiti degli allievi della Scuola di circo di Sarzana.
CALENDARIO Diverse le iniziative in adesione all’appello dell’ONU che, grazie al coordinamento degli organismi coinvolti, hanno permesso di realizzare un calendario di appuntamenti che aiutano a coinvolgere il territorio nell’accoglienza degli ospiti di Nablus.
Due incontri con le autrici di libri importanti: Perché amo questo popolo. Storie di resistenza palestinese da Gaza di Silvia Todeschini (Sarzana 28 febbraio) e Il viaggio di Vittorio di Egidia Beretta, madre dell’attivista Vittorio Arrigoni ucciso a Gaza il 15 aprile 2011 (Carrara 29 marzo), a cura di Freedom Flotilla coordinamento di La Spezia e Massa-Carrara.
Una rassegna cinematografica (dal 2 all’11 aprile) nelle sale Italia (Sarzana), Il Nuovo (La Spezia), Astoria (Lerici) dei film: Water di Yael Perlov (Israele/Palestina 2012), sette cortometraggi nati da un importante progetto dell'Università di Tel Aviv che coinvolge registi e attori israeliani e palestinesi; Ticket to Jerusalem di Rashid Masharawi (Olanda/Palestina 2002), sguardo intenso sulla situazione mediorientale in cui il cinema diventa strumento di conservazione e rinascita di una cultura.
Un progetto didattico, dal titolo Se questo è un popolo, finalizzato a fornire agli studenti una lettura sulla questione palestinese centrata sul rispetto dei diritti umani sanciti dalla Convenzione di Ginevra del 1949 (a cura di Freedom Flotilla; 16 aprile, Liceo Parentucelli Sarzana).
Il progetto di scambio interculturale è realizzato dall’associazione facciamoCIRCO con: il sostegno di Giulia Chiatti, assessore alle Politiche giovanili Pari opportunità e Integrazione sociale del Comune di Sarzana, e Patrizia Saccone, assessore alla Cooperazione internazionale e i Gemellaggi; il personale impegno di Enrico Vesco, assessore all’Immigrazione della Regione Luguria; la preziosa collaborazione dei cinema Italia, Il Nuovo e Astoria, che devolveranno l’incasso a favore del progetto.
Ideatrice e responsabile del progetto è Alina Lombardo, fondatrice e presidente dell'associazione facciamoCIRCO.