birilli.jpg
Nasce la Federazione italiana delle scuole di arti circensi
Mercoledì 23 Febbraio 2011 09:42
Anche l'Italia ha (finalmente) la sua Federazione Italiana delle Scuole di Arti Circensi. L'organismo, siglato con l'acronimo Fisac, è stato infatti costituito nel mese di gennaio dopo un lungo e paziente lavoro di confronto tra i promotori. Contenuti e obiettivi saranno illustrati ai rappresentanti delle  scuole di piccolo circo giovedì 21 marzo a Sarzana, nell'ambito del Raduno nazionale delle Scuole di piccolo circo (21-24 aprile).
Obiettivi principali della Federazione, si legge nel comunicato stampa, sono «la rappresentanza delle scuole di circo aderenti ad essa in contesti istituzionali e presso le federazioni internazionali di settore e la qualificazione dei percorsi formativi ed educativi sulle arti circensi al pari del riconoscimento della professione dell'artista di circo e dell'insegnante di arti circensi.
Tra le priorità, la contrattazione nazionale di un’assicurazione contro gli infortuni inerenti la pratica delle arti circensi. In secondo luogo la nuova realtà intende creare corsi di formazione per formatori e quindi organizzare percorsi formativi per insegnanti ed istruttori di circo, così da effettuare un aggiornamento continuo dei professionisti del settore. Sarà importante definire a livello nazionale gli standard di sicurezza che dovranno essere rispettati da tutti coloro che vogliono organizzare corsi di circo, sia a livello professionale sia ludico-amatoriale. Inoltre la Federazione potrà organizzare manifestazioni, eventi, convegni, incontri e promuovere ricerche nell’ambito delle discipline della pista, assumendo così una forte vocazione alla diffusione della cultura del circo nel nostro Paese.
La neonata Federazione è presieduta da Paolo Stratta, direttore della Scuola di Cirko Vertigo di Grugliasco (Torino), mentre ne è vice  presidente Matteo Lo Prete, direttore della Scuola di Circo Flic di Torino. Il consiglio direttivo è composto da Martina Favilla (Scuola di Circo Antitesi di Pontedera), Claudia Busi (Scuola di Teatro “Alessandra Galante Garrone” di Bologna), Catia Fusciardi (Scuola Romana di Circo) e Bernhard Weissteiner (Circomix di Vandoies).
Nella creazione della Federazione è stato virtuoso il confronto tra le scuole professionali e realtà appartenenti all’universo del “piccolo circo”, intendendo con questa espressione il fenomeno, crescente in Italia e in diverse nazioni europee, delle scuole proponenti un approccio ludico alle arti circensi. Il confronto è stato intenso e costante grazie alla presenza della Scuola di Circo Antitesi che ha portato con sé le istanze di molte delle realtà della Regione Toscana e di Circomix portatore delle istanze dei soggetti con sede nella Regione Trentino Alto Adige.
All’interno della Federazione sono costituiti due tavoli distinti, uno legato alla formazione professionale ed uno legato al piccolo circo.
La Federazione ha trovato sede presso l’Agis di Torino e si stanno approfondendo le modalità per un’adesione a livello nazionale. La FISAC ha già aderito alla FEDEC (Federazione Europea delle Scuole Professionali di Circo) e sono in atto le procedure di affiliazione ad EYCO (European Youth Circus Organisation). Il piano di allargamento della Federazione è già in atto».
Per informazioni sulle modalità di affiliazione alla FISAC visita www.federazionescuolecirco.it oppure scrivi a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.