birilli.jpg
500 EURO ALLE VITTIME DEL TERREMOTO IN ABRUZZO DAL IV° RADUNO DELLE SCUOLE DI PICCOLO CIRCO
Giovedì 14 Maggio 2009 07:23
Avrebbero voluto accogliere l’invito della Federazione nazionale artisti di strada (Fnas) e di altre associazione e andare in Abruzzo a regalare un sorriso a chi, dopo il terremoto, non ha più nulla. Ma organizzare in poco tempo una trasferta con bambini e ragazzi, anche se si tratta di giovani artisti intraprendenti ed entusiasti come sono gli allievi della scuola di circo di Sarzana, è sempre complicato. Così, il direttivo dell’associazione facciamoCIRCO ha pensato di trasformare il desiderio espresso da alcuni allievi in un altro gesto, meno poetico ma altrettanto solidale: destinare alle vittime del terremoto in Abruzzo metà del ricavato delle offerte raccolte con gli spettacoli del IV° Raduno delle scuole di Piccolo circo, l’appuntamento che per il quarto anno consecutivo ha riunito a Sarzana (l’1 e 2 maggio) centinaia di allievi delle scuole di circo per bambini e ragazzi provenienti da tutta Italia.
Contato il contenuto del “cappello” (970,00 euro), e con un piccolo arrotondamento, il 12 maggio è partito il bonifico di 500,00 euro; destinatario: Banca Etica, conto corrente intestato a Arci-Emergenza terremoto Abruzzo, organismo presente fin dai primi giorni sui luoghi della disgrazia con centinaia di volontari e l’allestimento di campi di accoglienza per i senzatetto.
Un grazie di cuore a tutti quelli che hanno contribuito a realizzare questo piccolo gesto di solidarietà: alla staff dell’associazione facciamoCIRCO, promotrice dell’evento; ai giovani e giovanissimi artisti delle scuole di circo che sono intervenute al Raduno; al Comune di Sarzana che li ha ospitati; al pubblico che ha generosamente sostenuto l’iniziativa.