trampoli-web.jpg
dizionario
CONTORSIONISMO
Antica specialità dello spettacolo popolare basata sulla dislocazione di alcune parti del corpo, apparentemente di origine orientale ma assai diffusa in occidente già tra i saltimbanchi di fiere e mercati del medioevo.
Leggi tutto...
 
DISCIPLINE EQUESTRI
Discipline circensi basate sul lavoro svolto con cavalli e che presuppongono l’ammaestramento degli stessi. Le discipline equestri hanno un ruolo fondamentale nella nascita del circo, avvenuta attorno al 1770 per opera dell’inglese Philip Astley, appunto un ex sergente maggiore dei cavalleggeri britannici.
Leggi tutto...
 
ECCENTRICO
Artista di circo e varietà a carattere comico che fonde la pantomima clownesca con particolari doti di destrezza, soprattutto musicale, o sviluppa il proprio numero attorno ad un tema. Tra i più celebri si ricordano negli anni ‘10 W.C. Fields con la parodia del gioco del biliardo; nei ‘20 Bagessen nei panni di un cameriere con enormi pile di piatti; nei ‘50 il prestigiatore Cardini nei panni di un gentleman ubriaco o il ciclista Joe jackson. Innumerevoli gli e. musicali, tra i quali Grock è l’esempio più fulgido. Tra i viventi George Carl e il quintetto inglese Nuts & Bolts.
 
EQUILIBRISMO
Vasto genere dell’arte circense comprendente le discipline che implicano l’abilità di tenere in equilibrio degli oggetti di vario tipo o quella di tenere in equilibrio il proprio corpo in maniera anomala o su basi instabili.
Leggi tutto...
 
FACHIRISMO
Numero di circo e varietà che consiste, mediante genuino addestramento o tramite artifici, nell’ostentare il controllo del dolore fisico o il superamento delle leggi fisiche del corpo. Tradizione considerata, non sempre a ragione, di provenienza orientale, quella degli esercizi di fachirismo (camminare e stendersi su vetri o chiodi; sputare fuoco; perforare la pelle con spilloni; digiunare; ingoiare cocci di vetro, spade ecc.) è una delle pratiche più diffuse nel mondo dei ciarlatani per la relativa facilità di apprendimento e, seppur cosa poco evidente, per l’ampia possibilità di controllo del rischio. Il fachirismo, che ancora oggi conserva forte impatto sul pubblico, è sempre stato appannaggio soprattutto dello spettacolo di strada, dei circhi minori e dei varietà di second’ordine. Pochi fachiri hanno mostrato esercizi superiori alla media e sempre sfiorando l’autolesionismo.
 
FARSA
Genere teatrale in cui il testo, di natura comica o drammatica, è un canovaccio di repertorio la cui struttura interpretativa è affidata a tecniche tramandate oralmente attraverso tradizioni familiari. La farsa è la più diretta eredità della Commedia dell’Arte e sopravvive fino all’immediato dopoguerra nelle compagnie girovaghe specializzate (volgarmente note come “guitti”) che si distinguono per la recitazione enfatica o nei piccoli circhi, i cui artisti concludevano lo spettacolo con la “farsa finale”, da un repertorio antichissimo variato quotidianamente per attirare maggiore pubblico. I canovacci delle farse erano generalmente adattamenti di libretti d’opera o della letteratura teatrale, quando non materiale della commedia dell’arte contaminato nei secoli in modo complesso con tradizioni popolari successive (per esempio quella napoletana, dove le farse di artisti come Petito originano il talento di Viviani, Scarpetta e dei De Filippo). Il repertorio proprio della farse sopravvive nelle compagnie di burattinai.
L’unico circo che presenti ancora farse oggi è l’arena di Valerio Colombaioni, attiva nel Lazio. Efficaci testimonianze delle compagnie di farse si hanno nelle memorie di Petrolini o nella ricostruzione del teatro dei guitti data da Eduardo De Filippo nel 1958 nel film Fortunella.
 
FUNAMBOLISMO
È una delle discipline più antiche dello spettacolo popolare e consiste nel "camminare sulle funi" (il termine infatti deriva dal latino funis ambulare). Il periodo di massimo splendore per questa disciplina abbraccia un paio di secoli (1700-1800) quando artisti del calibro di Madame Saqui e Jean-François Gravelet Blondin (conosciuto come Charles Blondin o, più semplicemente, "Il grande Blondin"), suscitano grande interesse e raccolgono ampi consensi. La prima, Madame Saqui, si esibisce nel celebre Theatre des Funambules di Parigi; il secondo, Blondin, effettua memorabili traversate a grande altezza (fra le quali quella delle Cascate del Niagara).
Leggi tutto...
 
GIOCHI ICARIANI
Disciplina acrobatica praticata in coppia: un componente steso sul dorso getta con i piedi e riafferra sugli stessi i propri partner. Il genere dei giochi icariani è nato alla metà del 1900, quando Richard Risley Carlisle, esperto antipodista (giocoliere con i piedi) ebbe l’idea di gettare in aria con i piedi i figli invece che degli oggetti. All’inizio del XX secolo si sono distinte alcune troupe numerose come gli Schaeffer o i Kremo. Più recentemente sono emerse le formazioni a due delle scuole spagnola (soprattutto i Rios), russa e nordafricana, mentre è in atto un recupero della disciplina all’Accademia del Circo italiana.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 3